Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

martedì 23 agosto 2016

Dopo lo show di Ventotene Alfano rilancia il "Migration compact" ed il Processo di Khartoum. Da una nave da guerra di Eunavfor Med si conferma la guerra ai migranti in nome della cooperazione con i paesi terzi. In vista deportazioni forzate in Sudan.


Dopo lo show di Ventotene Alfano rilancia il "Migration compact" e dunque il Processo di Khartoum. Sullo sfondo la promessa di una Relocation fallita in partenza.

http://video.repubblica.it/politica/migranti-alfano-da-settembre-ricollocati-dall-italia-alla-germania/ 

http://www.huffingtonpost.it/giuseppe-musmarra/vertice-ventotene-nave-da-guerra-_b_11647752.html?utm_hp_ref=italy                                                                                                            https://www.libyangazette.net/2016/08/23/eu-and-libyan-coastguard-sign-memorandum-to-train-libyan-coastguards-and-navy/

http://www.repubblica.it/politica/2016/08/22/news/a_ventotene_il_cantiere

https://www.theguardian.com/commentisfree/2016/aug/22/the-guardian-view-on-the-eu-struggling-with-the-vision-thing

http://mobile.nytimes.com/aponline/2016/08/22/world/europe/ap-eu-italy-brexit-summit.html?_r=1&referer=https%3A%2F%2Fnews.google.com%2F

Oggi abbiamo avuto la notizia che da settembre centinaia di profughi ogni mese potranno andare in Germania", dice a Repubblica tv Alfano a margine del Meeting dell'Amicizia a Rimini, dove ieri ha incontrato l'omologo tedesco Thomas De Maizière

Quello che dobbiamo fare è lavorare con un nuovo progetto di Europa che deve avere nella gestione dei profughi un pilastro essenziale, con il Migration CompactBisogna lavorare in Africa per non farli partire, accogliere i profughi, ridistribuirli in Europa e rimpatriare gli irregolari".

http://www.repubblica.it/esteri/2016/08/23/news/migranti_alfano_europa-146474120/?ref=HREC1-1

http://www.libertaciviliimmigrazione.dlci.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/relocation.pdf

https://migr-azioni.blogspot.it/2016/08/migranti-economici-e-migranti-politici.html

Come in passato le promesse sulla "relocation", già fallita per un anno, sono solo il paravento per nascondere procedure di espulsione sommaria dei cd. migranti "irregolari", asse portante del Migration Compact e del Processo di Khartoum, come le espulsioni con accompagnamento forzato che potrebbero essere avviate dopo gli accordi del 5 agosto con il Sudan.      
                                                                                                                http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2016/08/khartoum-to-identify-sudanese-illegal.html?m=1                                                                                              Dopo lo show di Ventotene sarebbe in corso il rimpatrio forzato verso Khartoum di 40 sudanesi, rastrellati a Ventimiglia e ritenuti "migranti irregolari" con una convalida lampo che non ha lasciato spazio per un ricorso effettivo, per la nomina di un avvocato di fiducia, per una richiesta di asilo. Gravemente violati i diritti di difesa sanciti dall'art.24 della Costituzione italiana e dall'articolo 13 della Convenzione Europea a salvaguardia dei diritti dell'Uomo. Naturalmente le autorita' coinvolte diranno che nessuno ha presentato una richiesta di protezione internazionale. E che tutti sono stati identificati individualmente. Gli agenti di polizia inviati da Bashir hanno fatto il loro lavoro. Gli italiani fanno sul serio... quando vogliono. Merkel ed Hollande ne prendano atto.                                                                                                                                                 Provvedimenti e comportamenti arbitrari, come quei respingimenti che si eseguono dal porto di Catania, dove con la collaborazione di Frontex, ad ogni sbarco, si apre un Hotspot in una zona militarizzata del porto inaccessibile a chiunque non sia convenzionato con la Prefettura. Non si ha neppure certezza della identificazione individuale delle persone e sull'attribuzione dell'età. Sempre alto il rischio che minori non accompagnati, soprattutto egiziani, possano essere rimpatriati, contro il divieto di rimpatrio, affermato per TUTTI i minori stranieri non accompagnati, dall'art. 19 del Testo Unico sull'immigrazione n.286 del 1998.

Sbarca oggi a Catania la nave Acquarius
Stamattina sotto un forte temporale è approdata allo sbarco 22 la nave di MSF-S.O.S. Mediterraneèe Acquarius con a bordo 551 migranti salvati al largo della Libia in vari interventi nei giorni scorsi. Nonostante l'acquazzone le banchine erano blindate per impedire la presenza di occhi indiscreti.
Chiediamo cosa abbiano da nascondere le autorità preposte? E' così fastidioso il semplice diritto di cronaca?
Non ci stancheremo di denuncia...re le violazioni dei diritti umani dei/lle migranti e gli abusi nelle operazioni d'identificazione. Quest'anno le navi umanitarie stanno salvando migliaia di vite, ma se dopo il salvataggio i/le migranti vengono impacchettati negli Hotspot, senza una capillare e preventiva informazione sull'accesso al diritto d'asilo, per poi ricevere un respingimento o una “ricollocazione” in paesi europei diversi da dove possano ricongiungersi con i propri familiari, il sistema della cosiddetta “accoglienza” svela il suo reale volto securitario. Quando si blindano le frontiere a Ventimiglia o a Como, quando si istiga l'opinione pubblica ad odiare il nemico “interno”, anche in base al costume da bagno, vergognosi episodi di violenza razziale come a S.Cono non possono che moltiplicarsi. Se il sonno della ragione genera mostri, dobbiamo disobbedire a disumane ed ingiuste pratiche di deportazione, facciamo appello ai media e alle realtà coerentemente solidali ad una maggiore presenza durante gli sbarchi ed affinchè subito dopo, chi arriva vivo/a, dopo le tragiche traversate, trovi una sponda concretamente solidale e non divise e militarizzazione.
Ct 23 agosto 2016 Rete Antirazzista Catanese

https://www.facebook.com/photo.php

http://catania.gds.it/2016/08/21/migranti-in-237-arrivati-a-catania-anche-49-minorenni_554506/

http://catania.livesicilia.it/2016/04/27/frontex-sbarca-a-catania-litalia-non-e-piu-da-sola_376439/

Da Ventotene, isola di deportati che si battevano contro il fascismo, si progettano nuove deportazioni in Africa. Chi non sarà riconosciuto come titolare di uno status di protezione sarà rimpatriato, anche se nel paese di origine i diritti umani non vengono rispettati. Come avviene in Sudan, al centro del Processo di Khartoum, nel quale si inserisce il Migration Compact rilanciato a Rimini dal ministro Alfano. Come avviene in Gambia, paese con il quale l'Italia sta intensificando la collaborazione per una lotta piu' efficace contro l'immigrazione "irregolare". A rischio la sorte dei richiedenti asilo denegati ai quali si vorrebbero anche ridurre, con il disegno di legge del ministro Orlando, le possibilita' di ricorso effettivo.                                                                                                                                               http://thepoint.gm/africa/gambia/article/new-immigration-pro-promises-to-live-up-to-expectations                                                                                                                                                       http://thepoint.gm/africa/gambia/article/italian-delegation-visits-the-gambia

http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2016/04/dal-processo-di-khartoum-al-migration.html

http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2016/05/il-sudan-partner-del-processo-di.html

 Da una nave da guerra di Eunavfor Med si conferma la guerra ai migranti in nome della cooperazione con i paesi terzi. Anche se in questi paesi i migranti vengono arrestati, torturati, uccisi. Sono sempre più stretti i rapporti tra le polizie dei paesi di origine e transito con quelle dei principali paesi europei. L'emergenza terrorismo spinge a ricevere ed a addestrare anche militari che provengono  da paesi che non garantiscono i diritti fondamentali della persona e delle minoranze religiose. L'accordo tra Unione Europea e Turchia per fermare i profughi siriani diventa un modello da seguire. Si pensa già a replicarlo in Libia, anche se il paese rimane spaccato in tre parti. Comunque le polizie che si offrono all'Unione Europea per i loro servizi di riaccopagnamento forzato non mancano.                                                                                                  http://m.sputniknews.com/europe/20160824/1044576256/eu-libya-coastguard-training-memorandum.html

http://saharareporters.com/2016/08/22/again-libya-deport-220-nigerians-tomorrow-over-immigration-offenses

 Si premiano i dittatori che fanno morire, o che arrestano e torturano, piuttosto di incentivare chi realizza processi di riconciliazione e rispetta il diritto di asilo e gli altri diritti fondamentali della persona. Una completa inversione del sistema di valori sui quali si basava l'idea federalista dell'Europa rappresentata dal Manifesto di Ventotene. Una politica delle relazioni esterne europee che non potrà che portare ad altre guerre e ad altri lutti.

http://www.bigbangumbria.it/conferenza-italia-africa-lobiettivo-si-al-migration-compact/

http://tg24.sky.it/tg24/mondo/2016/04/18/migration-compact-migranti-proposta-italiana-ue.html

http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2016/08/khartoum-to-identify-sudanese-illegal.html

http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2016/07/eunavfor-med-conferma-il-suo-carattere.html

 Come afferma Alfano sarà una cooperazione di polizia, camuffata dietro una finta cooperazione economica, come dicevano in inglese "more for more, less for less". In sostanza soldi a chi blocca le partenze e si riprende i migranti che sono riusciti a fuggire, finanziamenti chiusi per chi non collabora abbastanza con la civile Europa. Nessun investimento serio per i processi di pacificazione e e per l'emancipazione delle economie dei paesi africani dal giogo delle multinazionali.

http://www.avvenire.it/Commenti/Pagine/TUTTE-LE-GUERRE-CHE-NON-VEDIAMO

http://saharareporters.com/2016/08/22/again-libya-deport-220-nigerians-tomorrow-over-immigration-offenses

http://popoffquotidiano.it/2016/08/23/ecco-il-manifesto-di-ventotene-vi-sembra-la-stessa-europa-di-renzi/

http://www.listatsipras.eu/2016/08/23/ventotene-ha-ragione-renzi-il-problema-non-e-leuropa-il-problema-sono-lui-la-merkel-e-hollande/

Totalmente ignorate le critiche di quel poco di opposizione che rimane in Italia rispetto ai progetti di esternalizzazione dei controlli di frontiera con il coinvolgimento di paesi come la Libia, sempre più spaccata, l'Egitto, il Sudan, la Nigeria e la Turchia nelle pratiche di arresto e deportazione collettiva. Tra qualche anno saranno tutti gli italiani ad accorgersi del costo sociale ed umano di queste scelte disumane.

http://www.repubblica.it/solidarieta/immigrazione/2016/06/27/news/arci-142960628/                                                                                                         http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/23/renzi-merkel-e-hollande-a-ventotene-tre-disperati-che-cercano-consensi-a-ogni-costo/2991070/                                                                                                Riceviamo da Alessandra Ballerini e condividiamo. Dalle parole ai fatti.                                                                                                              "Deportazione in atto di decine di sudanesi (pare 40) rastrellati a Ventimiglia con volo destinazione Khartoum. Si tratta di una deportazione di massa verso un paese dove i diritti umani vengono sistematicamente violati. Come ricorda  l'on Luigi Manconi con il comunicato di ieri "Pensiamo al Sudan, a quanto sia ancora drammatica la situazione in quel paese e al numero consistente di richiedenti asilo sudanesi che in Italia - e più in generale in Europa - ricevono forme di protezione: nel 2015 il 60% delle richieste d'asilo di persone d'origine sudanese sono state accolte. Proprio alla luce del grande sforzo fatto dal nostro paese per accogliere e tutelare i profughi che attraversano il Mediterraneo, non possiamo correre il rischio di rimpatriare nessuno senza adeguate garanzie sulla sua incolumità, anche fosse una sola persona."                                                                                                                                                    http://www.ansa.it/liguria/notizie/2016/08/24/espulsione-diretta-per-48-migranti-sudan_0de55e4a-0b87-490f-811e-c5039a8ffa5d.html                                                                                                                                            Il ministero dell'interno da di non avere le carte in regola e gioca sul tempo e su vere e propri depistaggi per realizzare espulsioni" dirette" prive di basi legali.  Hanno violato il diritto ad un ricorso effettivo previsto dall'art. 13 della Convenzione Europea a salvaguardia dei diritti dell'Uomo. Una vergogna che potrebbe ripetersi.                                                                                                http://www.riviera24.it/2016/08/ventimiglia-attuato-il-piano-gabrielli-clandestini-rimpatriati-in-sudan-233049/

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro